sabato 29 febbraio 2020     •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
     
 
   Text/HTML
Seleziona la lingua:Versione in italiano Versione in inglese
 
 
     
     
 
   Itinerario della Memoria e della Pace G. Palatucci

Itinerario della Memoria e della Pace

THE INTERNATIONAL ASSOCIATION OF LIONS CLUBS DISTRETTO 108 YA — Anno sociale 2010-2011
Governatore : dott. Emilio Cirillo
"Libertà, concretezza e solidarietà a servizio dell'Umanità”

ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2100 ITALIA — Anno sociale 2010-2011
Governatore : Michelangelo Ambrosio
“Il seme del futuro germoglia nel presente"

Domenica 29 Maggio 2011 - Campagna (SA) 

Ore 10,00: Visita guidata del Museo "Itinerario della Memoria e della Pace G. Palatucci" e del campo di internamento degli ebrei Via S. Bartolomeo

Ore 16,30: Convegno: "La coscienza sociale" Giovanni Palatucci giusto tra le Nazioni Sala Consiliare Palazzo di Città - Largo della Memoria.


PROGRAMMA

Indirizzi di Saluto
***********************
prof. Biagio Luongo - Sindaco del Comune di Campagna
arch. Marcello Naimoli - Direttore del Museo Regionale
Michele Aiello - Presidente Comitato "Giovanni Palatucci - Campagna"
ing. Attilio Polito - Presidente Lions Club " Paestum"
geom. Alberto Remolino - Presidente Rotary Club " Campagna - Valle del Sele"

Moderatore
***********************
Cav. Carmine Granito - Giornalista - Addetto stampa “ Comitato G. Palatucci"

Relatori
***********************
Padre Franco Stano - Postulatore della causa di beatificazione di G. Palatucci
Prof.ssa Miriana Tramontina - Presidente del Centro Europeo per la pace nel mondo, per l'infanzia e lo sviluppo (CEPIS)

Conclusioni
***********************
Avv. Paolo Piccolo - Responsabile distrettuale Lions Clubs del service “ La coscienza sociale"


I Lions Clubs : Il Rotary Club
Paestum "Campagna — Valle del Sele"
Due Torri di Torre del Greco
Eboli — Battipaglia Host
Napoli Svevo
Nocera-Agro
Salerno Arechi
Salerno Duomo
Salerno Host
Salerno Principessa Sichelgaita
San Valentino - Sarnica Gens
sono lieti di invitare la SM alla visita del Museo ed al Convegno

Si prega di comunicare la partecipazione alla visita
del Museo per la prenotazione del pranzo di lavoro.
Lions Club “ Paestum "
Attilio Polito — 3355910553 — atpolit@tin.it
Rotary Club “ Campagna — Valle del Sele “
Anna Marra — 335413950 — annamarra@email.it

Cenni storici:

La Città di Campagna (SA) agli inizi degli anni '40 divenne sede di un campo di internamento di ebrei che prevedeva l'utilizzo di due caserme dismesse, individuate negli ex Conventi di San Bartolomeo e della Concezione.
Tra i tanti "giusti", che hanno immolato la propria vita per salvare dalla barbarie nazista il maggior numero possibile di ebrei, chiamati "fratelli maggiori" dal papa Giovanni Paolo II, spicca la figura di Giovanni Palatucci, ultimo questore di Fiume, nato a Montella in Provincia di Avellino il 29 maggio 1909, quindi figlio della nostra terra.
Con l'appoggio dello zio Giuseppe Maria Palatucci, vescovo della città di Campagna, e con l’umana partecipazione dei campagnesi, egli riuscì ad attivare una rete di aiuto che fece dei suddetti campi un luogo di pace, di solidarietà e di salvezza per quanti, al contrario, erano di sicuro destinati all'atrocità dei forni crematori in Germania.
Dopo aver salvato circa 5.000 (cinquemila) ebrei dalla deportazione, fu arrestato dalla Gestapo di Kappler e deportato nel campo di concentramento di Dachau, dove, in seguito alle sevizie e agli stenti, a pochi giorni dalla liberazione ed a soli 36 anni morì nel 1945.
Per questi straordinari meriti umanitari e sociali, gli ebrei nel 1990 gli hanno conferito il massimo riconoscimento : quello di "Giusto tra le Nazioni" , con il suo nome impresso sulle grandi lapidi dello Yad Vashem di Gerusalemme, che è l'istituzione memoriale ebraico dell'Olocausto (Shoà).
Nel 1995 gli è stata conferita la Medaglia d'oro al merito civile "alla memoria" da parte del Presidente della Repubblica  Italiana.
La chiesa cattolica nel 2002 ha aperto ufficialmente il Processo canonico di beatificazione , intestando la causa al : "Servo di Dio Giovanni Palatucci, laico, funzionario della polizia di Stato , martire". Nel 2004 si è conclusa la fase diocesana del processo di beatificazione e Giovanni Palatucci, è stato  proclamato "Servo di Dio".